Ⓒ 2015 IsoRivolta - Rivolta Engineering & Marketing Inc - All rights reserved | Privacy | Note Legali

  • Grey Facebook Icon
  • Grey Twitter Icon
  • Grey Google+ Icon
  • Grey YouTube Icon
  • Grey Instagram Icon

· STORIA

. . . .

Dopo la Seconda Guerra Mondiale, crebbe la richiesta di nuovi mezzi di trasporto e Renzo, attirato fin dalla giovinezza dal mondo dei motori, si dedicò con entusiasmo alla realizzazione di scooter, motociclette e piccole vetture come la famosa Isetta Bubble Car. In questo periodo di evoluzione, il nome dell’Azienda fu accorciato semplicemente in 'Iso'.

 

Nel 1962, i tempi erano maturi per il lancio di un’auto sportiva; così nacque la prima Gran Turismo, che fu battezzata IsoRivolta GT. Era basata su un concetto molto all’avanguardia per quei tempi: un motore di grande cilindrata, potenza e affidabilità unito a un telaio dalle prestazioni eccezionali ne fecero una vettura piacevole e sicura da guidare, specialmente ad alta velocità.

 

Sulla medesima falsariga, a metà degli anni ’60, il figlio dei Rivolta, Piero, laureato in ingegneria, prese le redini della ditta e continuò a produrre nuovi eccitanti modelli. Fu allora che l’Azienda assunse il nome definitivo di IsoRivolta, in onore della prima GT. 

 

Nel frattempo, la IsoRivolta era diventata famosa tra i più raffinati appassionati di auto di tutto il mondo per l’approccio totalmente nuovo nel combinare il design italiano ai motori americani, che consentiva di ottenere vetture ad alte prestazioni di grande affidabilità.

 

I modelli sportivi della IsoRivolta parteciparono ad alcune delle competizioni internazionali più importanti, come la 12 Ore di Sebring, la 1000 km del Nürburgring, la 24 Ore di Le Mans, e a due stagioni nel Campionato di Formula 1 con la sponsorizzazione della Marlboro.

1/1